Maturità: nel Lazio sui banchi in 41mila

Dopo aver trascorso la classica «notte prima degli esami», questa mattina saranno circa 41mila gli studenti del Lazio (28mila a Roma) che frequentano l’ultimo anno delle scuole superiori statali a confrontarsi con la prova di italiano, la prima della maturità 2006-2007. A fornire i dati del tanto temuto esame di Stato, il primo dopo sette anni che avrà commissioni formate da commissari interni ed esterni, è la Cgil regionale scuola che proprio su quest’ultima novità esprime qualche perplessità. Dubbi relativi alla presenza di classi formate solo da privatisti: «Dopo aver combattuto per l’eliminazione delle classi composte esclusivamente da alunni provenienti da istituti privati - fanno sapere dalla Cgil - una sentenza del Tar del Lazio, emessa in questi giorni, ha ripristinato la libertà nella scelta della composizione delle classi che potrebbero, quindi, non essere miste come invece è auspicabile». In un clima di confusione non è però mutato il numero massimo di candidati, 35, che le commissioni potranno esaminare. Telefonini spenti e collegamenti internet interrotti sono solo alcune delle disposizioni ministeriali contro temi copiati e tracce conosciute in anticipo. A vigilare sul corretto svolgimento degli esami saranno 3901 commissari esterni per il Lazio e 1237 presidenti. In provincia di Roma le commissioni d’esame saranno 820 per 2460 commissari esterni, tre per ognuna. Molte le defezioni: 150 i presidenti rinunciatari, tutti già sostituiti mentre i 700 commissari che hanno scelto di non sedere in cattedra non sono stati ancora tutti rimpiazzati. Per questo motivo l’ufficio regionale scolastico ha sospeso il ricevimento al pubblico, dicono dalla Cgil, per far fronte a questo problema prima che suoni la campanella.
Anche a Latina l’ora della Maturità scoccherà per 4.580 alunni, con 148 commissioni e 750 docenti impegnati nella valutazione delle prove. Ieri si è svolto un incontro tra i presidenti presso il «Centro servizi amministrativi», dove sono stati forniti i chiarimenti sull’edizione 2006-2007 dell’esame che inizia oggi con il compito di italiano e proseguirà con la seconda prova domani e la terza lunedì. Secondo i dati forniti dallo stesso «Centro servizi» il 30 per cento dei docenti nominati ha rinunciato all’incarico e le sostituzioni sono già avvenute senza problemi. A Rieti saranno 1.301 i maturandi (oltre a 62 privatisti), così ripartiti: 533 i candidati nei licei, 372 negli istituti tecnici, 354 in quelli professionali e 42 che tenteranno di conquistare la maturità artistica. Nella provincia di Viterbo infine, saranno 2.467 gli studenti che si cimenteranno con la prova d’esordio. L’anno scorso la media dei promossi nella Tuscia è stata vicina al 95 per cento, con punte del 98-99 per cento nelle scuole private parificate.