MATURITÀ

Aristotele. Sui banchi della Maturità dopo 34 anni di assenza - ultima apparizione nel lontano ’78 - è tornato, per la versione al liceo Classico, il grande filosofo greco. Al classico hanno tradotto «Non il caso ma la finalità regna nelle opere della natura» (4 ore per farlo con l’aiuto del dizionario). Allo Scientifico i candidati si sono cimentati con curve di equazione e quesiti di geometria, al Linguistico con esercizi di comprensione e produzione in lingua straniera e negli istituti tecnici e professionali con materie che caratterizzano i diversi indirizzi di studio.