Maura Cossutta e Pagliarulo lasciano il vertice

Nel Pdci alle prese con la preparazione delle liste dei candidati alle elezioni scoppia un caso: il senatore Gianfranco Pagliarulo e la deputata Maura Cossutta si sono dimessi dalla direzione e dalla segreteria del partito. Il tutto è avvenuto dopo che nella riunione di ieri il segretario Oliviero Diliberto ha dato il via libera alle candidature in cui il direttore della Rinascita della sinistra e la figlia del presidente del partito, Armando, a quanto è stato riferito, non figurerebbero. Le dimissioni sono una protesta estrema «verso la politica del ponte di comando rappresentato da Diliberto e Marco Rizzo, che a parole propugnano l’unità a sinistra, nei fatti perseguono una linea fortemente ambigua», afferma Pagliarulo. «Con il mio gesto - aggiunge - voglio denunciare una situazione divenuta insostenibile. Nel partito ci sono problemi di agibilità politica e di democrazia interna.