Mauriello questore a Biella Scoprì il killer dei viados

Il vicequestore vicario Luigi Mauriello, nato a Napoli nel 1954, è stato promosso a dirigente generale e lascerà domani Milano per Biella dove ricoprirà il suo primo incarico da questore. Laureato in scienze politiche, Mauriello entra nella polizia nel 1977 e viene subito assegnato alle volanti a Milano. Dopo cinque anni viene trasferito a Varese dove sviluppa la sua carriera tra la questura e la direzione dei commissariati di Gallarate e Busto Arsizio. Tra i casi brillante risolti, quel di un serial killer di viado, 4 morti e diversi feriti, che una decina di anni fa terrorizzò Milano. Il colpevole, che viveva però della zona di Busto Arsizio, venne fermato e interrogato a lungo, ma alla fine solo Mauriello riuscì a penetrare il muro di silenzio dell’uomo e farlo confessare. Arrivato a Milano nel settembre del 2004, si è particolarmente occupato di ordine pubblico, seguendo tutte le partite a rischio a San Siro, ma soprattutto i durissimi scontri dell’11 marzo in corso Buenos Aires. Sotto la sua direzione venne effettuato una manovra a tenaglia che portò all’arresto di 45 manifestanti, 25 dei quali ancora in carcere.