Maurizio, gocce di memoria 10 anni dopo

Oddo: «Sconfitta meritata Se pensi solo a difenderti prima o poi il gol lo prendi...» Cribari: «Punito al primo errore»

Massimiliano Morelli

Maurizio Melli era un ragazzo pieno di vita. Figlio di Franco, editorialista de Il Tempo, è morto stroncato da uno di quei mali considerati incurabili. Nel decennale della scomparsa verrà ricordato, così come ormai avviene da un triennio a questa parte, al centro sportivo di via Cina, al Torrino (nel comprensorio che fra l’altro prende il suo nome), con due giornate interamente dedicate allo sport e ai giovani. «Gocce di memoria», questo il nome dell’appuntamento in programma il 3 e il 4 novembre, sembrerà fermare il tempo. Impresa improba, certo, ma almeno possibile col cuore. Per chi ha conosciuto «Maci», e anche per i tanti che non sanno neanche chi fosse, ma che magari lo nominano inevitabilmente ogni giorno, dandosi appuntamento al «Maurizio Melli» per una sfida a calcetto o anche per una semplice chiacchierata. Durante le 48 ore di sport sono previste partite di calcio, di calcio a cinque e incontri di tennis, tutto nel nome di un ragazzo che certo non è stato fortunato. Anche se è innegabile che l’affetto e il calore della famiglia lo hanno aiutato a lenire una fine della quale era ben consapevole. Sottolineatura quasi doverosa: il centro di via Cina è il più grande polo sportivo di Roma sud, secondo solo al comprensorio del «Tre Fontane». Sorto in una zona dimenticata, oggi è la casa di tanti ragazzini che rincorrono un pallone non più in mezzo alla strada, ma coccolati da mura ormai familiari grazie anche all’intervento di adulti che con la loro esperienza sanno interagire con i ragazzi. Come Enzo Magliocchetti, presidente del Roma Team Sport, Maurizio Montini, deus ex machina del settore calcio, e Gabriele Sarappa, responsabile della sezione tennis. Il «Maurizio Melli» venne inaugurato dal sindaco, Walter Veltroni, e a presenziare arrivarono anche i massimi esponenti di Roma e Lazio. E fu una delle poche occasioni di aggregazione fra personaggi dello sport e della politica.