Max Giusti riparte con Stile libero «Vi farò ridere con cattiveria»

Da oggi in seconda serata per nove puntate la nuova edizione del varietà

da Roma

Nella piazza di un paesino laziale arriva un camion con schermo panoramico e parcheggia in mezzo ai passanti. Sullo schermo appare la faccia dell'onorevole Mastella, che prende a concionare gli abitanti facendo loro promesse (intenzionalmente) iperboliche. «Risolveremo tutti i vostri problemi! Costruiremo nuove case, nuovi ospedali, nuove strade». «Sarà la faccia di Mastella, saranno le sue promesse da marinaio - ride Max Giusti - ma a fermarsi ad ascoltarlo sono stati solo in sei o sette». Qualcuno in più dovrebbe fermarsi a seguire lo scherzo che, con la collaborazione dello stesso Mastella, è stato organizzato ai danni degli abitanti del paesello. Perché d'uno scherzo si trattava: è proprio questa una delle novità di Stile libero Max, versione totalmente rinnovata dello show «a tradimento» già portato al successo da Teo Mammucari. E da stasera (in seconda serata su Raidue per nove mercoledì) affidato all'estro di Max Giusti.
«Abbiamo convinto politici come La Russa e Mastella a farsi complici dei nostri brutti tiri - spiega Giusti -; pensavo di fare fatica a convincerli; alla fine è stato difficile mandarli via. Mastella ha addirittura telefonato a Peppino Di Capri, per chiedergli di diventare il suo Apicella e musicare i suoi versi. Avrebbe avuto una sola difficoltà, ha aggiunto: trovare delle parole che facessero rima con Udeur. Le novità del perfido show non si limitano al conduttore. Ma gli nascono attorno. A cominciare dal titolo: «Stile libero Max l'ho inventato io - confida Antonio Marano, direttore di Raidue -; e allude al percorso artistico di Giusti: così autonomo e creativo».
Tutto il programma ruoterà attorno alle performance del brillante imitatore, «esaltandone le capacità mimetiche e la sferzante cattiveria». Già: perché quanto a ironica malvagità, il neoconduttore non dovrebbe far rimpiangere Mammucari. «Pare che io sia impietoso quanto lui - commenta Max -; è stata una scoperta anche per me».
Accanto a Giusti faranno parte fissa del cast anche l'imitatrice Lucia Ocone e il chitarrista Richard Benson. Ospiti delle prime puntate Ignazio La Russa, Alba Parietti, Biagio Izzo, Solange e Maurizio Mattioli. «Tutto quello che faccio mi somiglia - riflette Giusti -; per questo Stile libero Max mi è stato cucito addosso. Se lascerò Quelli che il calcio? Certo che no. Anche quello è uno show che mi calza a pennello».