Max: «Quanto è bella la mia medaglia nº 50»

I suoi fiori all’occhiello sono l’oro nei 200 misti alle Olimpiadi di Sydney 2000, l’argento ai medesimi Giochi nei 400 sl e il mondiale di Fukuoka 2001 sempre nei 200 misti. Gli altri fiori all’occhiello sono le fidanzate celebri, su tutte l’ex miss Italia Roberta Capua, e poi le apparizioni tv, le sfilate di moda e le danze nella sala ballo catodica di Milly Carlucci. Eppure Massimiliano Rosolino, quest’anno, aveva un altro fiore da mettere all’occhiello: conquistare la medaglia numero 50 in carriera (4 alle olimpiadi, 4 ai mondiali, 17 agli europei, 7 ai mondiali indoor, 18 agli europei indoor). Missione compiuta. Ora è il nuotatore italiano più vincente di sempre: «In fondo era un piccolo obiettivo, ma mi fa piacere averlo raggiunto - dice -. È un bel traguardo da cui ricominciare. L’importante era dimostrare di essere ancora in grado di combattere e a questo punto lo posso dire: ci sono anche io».