Via al maxi-accordo con la turca Tai

Finmeccanica

Ci saranno anche il premier turco Recep Tayyip Erdogan e il ministro degli Esteri italiano Franco Frattini oggi ad Ankara, per il battesimo del programma «Atak», che vede protagonisti Tai (l’industria aerospaziale turca) e Agusta Westland del gruppo Finmeccanica. L’azienda, leader di mercato nel settore delle alte tecnologie, si è aggiudicata una commessa per la fornitura di 51 elicotteri da attacco all’esercito turco: valore stimato del progetto circa un miliardo e 350 milioni di euro. Gli elicotteri saranno soprattutto costruiti e assemblati in Turchia, mentre Agusta Westland - che ha avuto la meglio sulla concorrenza sudafricana (Denel) e americana (Boeing e Bell) - partecipa nel ruolo di «subcontractor».