Maxi-retata di spacciatori e trafficanti di droga

Sono quindici gli arresti, sei dei quali riguardanti minorenni, per spaccio di droga compiuti dai carabinieri del gruppo di Roma in poche ore nella Capitale. Le zone maggiormente controllate dai militari sono state piazze, scali ferroviari, fermate della metropolitana e zone frequentate abitualmente dagli spacciatori.
In via Giolitti, vicino alla stazione Termini, i militari hanno arrestato un pluripregiudicato napoletano di 41 anni mentre tentava di vendere dosi di eroina ad un cinquantatreenne. L’uomo nascondeva nelle tasche del giubbotto anche dosi di hashish e la somma di 160 euro in contanti.
Un pregiudicato ventisettenne originario di Frosinone è stato invece bloccato, nei pressi di largo degli Osci, nel quartiere di San Lorenzo, mentre spacciava dosi di hashish a uno studente ventenne. Nell’occasione i militari oltre alla droga hanno sequestrato la somma di 200 euro, provento dell’illecita attività di spaccio.
Nei pressi di lungotevere Pietra Papa, a Marconi, i militari hanno arrestato una coppia di pusher, un tunisino di 41 anni ed un romano di 27, entrambi pregiudicati, sorpresi a vendere dosi di eroina. Sequestrati anche 200 euro.
In viale degli Ammiragli, in Prati, sempre i carabinieri hanno arrestato un pregiudicato cingalese di 32 anni, intento a vendere alcune dosi di hashish a un connazionale. Arrestati dai carabinieri, sei giovani, 4 romani tra i 16 e17 anni, un salernitano di 21 e un americano di 16, mentre spacciavano pasticche di ecstasy e dosi di hashish e cocaina nei pressi di piazzale Kennedy all’Eur. I sei giovanissimi pusher sono stati trovati in possesso di 40 pasticche e di una massiccia quantità di stupefacente tra cocaina e hashish, suddivisi in dosi pronte per la vendita. I 5 minorenni sono stati accompagnati presso il centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli mentre il 21enne sarà giudicato con rito direttissimo.
A piazza Trilussa in Trastevere ed in via Ghepardi, i militari hanno sorpreso 3 pusher, due appena dicissettenni e un diciannovenne che spacciavano hashish. I 2 minorenni fermati sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli, mentre il maggiorenne associato al carcere di Regina Coeli. In via Collepardo, a Centocelle, infine, a finire in manette è stato un ventisettenne calabrese, sorpreso dai militari mentre spacciava cocaina. All’uomo sono stati sequestrati 200 euro.
Un peruviano e un italiano, sono stati rintracciati ed arrestati dai carabinieri in esecuzione di altrettanti provvedimenti restrittivi emessi dall’autorità giudiziaria capitolina. In particolare, i carabinieri della stazione Roma Flaminia hanno arrestato, nei pressi di piazza Mancini, un pluripregiudicato peruviano di 25 anni colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione a delinquere finalizzato al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato associato al carcere di Regina Coeli. Stessa sorte è capitata a un pregiudicato romano di 33 anni arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di via In Selci.
A suo carico risultava un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Roma nello scorso mese di aprile per violazione delle leggi sugli stupefacenti. Arrestato, è stato associato al carcere di Rebibbia, dove dovrà scontare complessivamente una pena detentiva di due anni e quattro mesi.