Maxi ricompensa per chi trova il cane smarrito

Una taglia di 10mila euro per chi ritrova «Johnny», un cane di razza Pincher, «valore» 1200 euro, che sarebbe scomparso da un albergo di Genova dove i padroni, una ricca famiglia russa, nell’agosto scorso, trascorrevano una vacanza. Ma non tutti i particolari sono chiari, e la vicenda si tinge di giallo. La famiglia moscovita, che ora risiede a Montecarlo, aveva optato per l’elegante albergo genovese anche perché dotato di un’area adibita espressamente ai cani, all’interno della stessa stanza prenotata. Il 17 agosto scorso, verso le 13 e 30, i turisti erano usciti lasciando Johnny addormentato nella camera. Ma al rientro, verso le 18, il cane era sparito. Dalla registrazione delle schede d’accesso alle stanze si è scoperto che qualcuno, verso le 14 e 30, utilizzando una scheda cliente, era entrato in camera. Ai turisti non era rimasto altro da fare che informare il direttore dell’albergo e sporgere denuncia contro ignoti per il furto dell’animale. Da allora, comunque, nessuna traccia dell’animale e nessuna segnalazione che potesse contribuire al ritrovamento. Per questo, dopo aver effettuato anche varie ricerche personali e messo annunci su internet, la famiglia ha deciso di offrire una taglia tanto consistente «perché - hanno precisato - rivogliamo il nostro Johnny a tutti i costi». Allo scopo, hanno anche lasciato due numeri di telefono: 010.2772821, oppure un cellulare russo +37259950380. Intanto affiorano dubbi, anche perché solo un tassista (ma nessuno dell’albergo) avrebbe visto effettivamente il cane.