Maxi-sequestro di formaggi tedeschi Zaia: "Applicare la tolleranza zero"

Maxi sequestro di prodotti tedeschi destinati al mercato italiano della ristorazione. Sotto
sigillo una tonnellata di mozzarella e prosciutto cotto in una cella frigorifera in un capannone in provincia di Vicenza

Vicenza - Maxi sequestro in Veneto, dove è stato scoperto un magazzino con mozzarella e prosciutto cotto avariati. Complessivamente è stata sequestrata una tonnellata di alimenti, provenienti dalla Germania. A dare l’annuncio è il ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia.

Il maxi sequestro Maxi sequestro di formaggi e prociutto cotto tedeschi destinati al mercato italiano ed in particolare al mondo della ristorazione. Sono stati messi sotto sigilli 1.100 quintali di prodotti in una cella frigorifera all’interno di un capannone in provincia di Vicenza grazie a un’operazione congiunta di Icq e Corpo Forestale dello Stato. "Ho promesso tolleranza zero e tolleranza zero è - commenta Zaia - la tutela del lavoro, dei sacrifici dei nostri agricoltori e della salute dei cittadini italiani non può prescindere dalla severità e dalla puntualità nei controlli che stiamo portando avanti su tutto il territorio nazionale in modo capillare". "L’operazione di oggi - ha detto il titolare del dicastero di via XX Settembre - dimostra che anche nel comparto lattiero caseario, come in tutto l’agroalimentare, c’è chi gioca slealmente la partita del mercato, tentando di offrire ai consumatori produzioni che nulla hanno a che vedere con la qualità, la sicurezza e la genuinità del made in Italy. Continueremo a lavorare duramente per individuare e punire i criminali dell’agroalimentare".