May: una donna in viaggio nell’America di fine ’800

Sola, con i capelli ramati e i risparmi di una vita rubati ai genitori, la diciannovenne irlandese May Duignan si imbarca una notte del 1890 per iniziare una nuova vita negli Usa. May è diversa dalle tante conterranee che in quegli anni cercano fortuna in America. È figlia di contadini, ma indossa un abito elegante e stivaletti nuovi. Dal Nebraska a Chicago, da New York a Detroit, vive da outsider: May indossa di volta in volta i panni della ladra, della ballerina, della truffatrice e della prostituta. Si lega al bandito Eddie Guerin, conosce l’omicidio, lo sfarzo e la miseria più nera.
«La storia di Chicago May» di Nuala O’Faolain. Traduzione di Federica Oddera. Pagg. 324. Euro 16.50. Editore Guanda.