Mazda6 più potente ed elegante

MajorcaNel 2002 Ford aveva acquisito il 33,4% del capitale di Mazda, di fatto salvandola dal fallimento. Sei anni dopo, Ford ha rivenduto alla stessa Mazda il 20% del proprio pacchetto, per disporre di una riserva finanziaria che le ha consentito di superare la crisi senza ricorrere ai fondi della Casa Bianca. Comunque la relazione tra le due case automobilistiche vada a finire, resta inoppugnabile il fatto che la «cura Ford» non solo ha tratto Mazda dai guai ma, soprattutto, ne ha sterzato la filosofia produttiva nella giusta direzione. Nata sulla base di un ottimo progetto ingegneristico, ha anche inaugurato un nuovo corso stilistico, pulito, elegante e largamente apprezzato dal pubblico. Ma è fondamentale, anche, che la gamma Mazda6 abbia continuato a progredire in qualità, eleganza, comfort e prestazioni. Fino a giungere alla attuale edizione, su cui ha esordito uno dei migliori turbodiesel della attuale generazione, il nuovo Mazda Mzr-Cd 2.2 da 185 cv e 400 Nm.
La sua potenza massima è erogata a soli 3.500 giri, un regime estremamente basso, garanzia di straordinaria elasticità, efficienza e affidabilità. Il nuovo motore fa ricorso alle tecnologie più avanzate, come il sistema common-rail operante con pressioni fino a 2.000 bar, gli iniettori piezoelettrici a 10 fori e il sistema di scarico con catalizzatore e filtro anti-particolato autorigenerante. Il propulsore è omologato Euro 5, con un consumo medio di soli 5.7 litri per 100 chilometri. La nuova Mazda 6 Mzr-Cd 2.2 è disponibile nelle versioni berlina a 4 porte e station wagon, molto eleganti, con interni di eccellente esecuzione e comfort. Con questo modello la casa di Hiroshima dispone di un’altra carta vincente. L’altra è rappresentata dalla compatta Mazda3, una 2 volumi 5 porte che ripropone la grinta e la vivacità stilistica che hanno determinato il successo della Mazda2. La misura, a cavallo tra la classe dimensionale C e la D, e la elevata rigidità della scocca, hanno consentito di proporre una gamma di motorizzazioni che include lo stesso turbodiesel 2.2 da 185 cv della Mazda6, per una combinazione più performante, sobria, agile e fruibile.
Una combinazione che ha pochi concorrenti, in ragione anche della notevole abitabilità interna, all’insegna della massima versatilità. Mazda oggi è questo, in ogni suo nuovo modello.