Mazza a Grillo: e se un pazzo spara?

Il comico risponde con un 2No comment&quot; all’editoriale critico che gli ha dedicato Mauro Mazza (<a href="/video.pic1?ID=grillo_dir_mazza" target="_blank"><strong>GUARDA IL VIDEO</strong></a>). Forza Italia difende il direttore del Tg2, Fini eccepisce: &quot;Toni eccessivi&quot;

Milano - "No comment". Beppe Grillo dedica solo questa frase all’editoriale critico che gli ha dedicato Mauro Mazza. Il leader del V-day usa, sul suo blog, quelle due parole anche come testatina d’accompagnamento per il video e il testo stenografico delle parole del direttore del Tg2, sormontate dal titolo "informazione di Stato". Accesissime le reazioni dei sostenitori del comico, sempre sul blog. C’è chi precisa "siamo grillini non grilletti", chi si esercita in giochi parole vietati ai minori sul vocabolo al centro dell’intervento del direttore del Tg2, chi invita allo sciopero del canone, chi annuncia l’apertura di un giornale virtuale intitolato proprio "il grilletto" e via postando. Per combinazione, il primo messaggio che Grillo aveva inserito in mattinata era una lettera di un esponente dei ragazzi di Locri e il titolo era proprio il loro slogan: "Ammazzateci tutti".

Forza Italia difende Mazza "Secondo alcuni trogloditi, un direttore di una testata giornalistica non può neanche esprimere il suo parere. Gli attacchi a Mauro Mazza sono incredibili. Siamo al punto che da una parte c’è la piena libertà d’insulto e dall’altra si deve tacere o assentire". Fabrizio Cicchitto manifesta così la sua solidarietà al direttore del Tg2 dopo l’affaire-Grillo. Alla voce del vicecoordinatore di Fi si aggiunge quella di numerosi parlamentari del centrodestra. "È inaccettabile - dice Antonio Tajani, capogruppo degli eurodeputati Fi - che i sostenitori del dissenso aggrediscano con minacce un giornalista che ha espresso le sue idee e le sue legittime preoccupazioni per i rischi che comporta la politica degli insulti. Chi non è d’accordo con Mazza può dirlo liberamente, chi tenta di mettergli il bavaglio in realtà cerca di minare la libertà di stampa". "Si può forse contestare - osserva la deputata Maristella Gelmini - al direttore del Tg2 di non avere scelto il modo giusto per fare passare il proprio messaggio, ma non si può additare nessuno come servo del padrone o come venduto perchè esprime una libera opinione. Oppure la democrazia va bene solo a fasi alterne?".

Fini: "Toni eccessivi" Gianfranco Fini critica l’editoriale del direttore del Tg2 Mauro Mazza su Beppe Grillo: "Ho trovato eccessivi i toni del suo editoriale - ha spiegato Fini - ora lo chiamo al telefono per diglierlo". Secondo Fini "se si alza in modo esasperato il tono, poi non c’è più un limite. Per questo ho giudicato eccessivo l’editoriale di Mazza. Francamente non credo che ci sia il rischio che qualcuno possa prendere le pistole".