Mazzarri: «La Champions? Ci proveremo fino alla fine»

La rabbia è ancora fortissima: «Noi avevamo nel primo tempo un rigore forse più evidente, poi anche all'andata un episodio ci aveva penalizzato. Fa male aver perso quattro punti con due valutazioni diverse. Comunque finisce qui», spiega Walter Mazzarri, ai microfoni di Radio Rai Anch'io Sport. Ma il tecnico blucerchiato vuole voltare pagina e pensare subito all'obiettivo finale. « La Champions? Non era nemmeno nei sogni dei tifosi, dovevamo fare un buon campionato, nella norma, invece ne è venuto fuori uno straordinario. Ora siamo quelli messi peggio, però ci proveremo fino alla fine. Abbiamo tre finali, daremo il massimo, non abbiamo nulla da perdere e comunque bisogna stare attenti all'Udinese per un posto in Uefa ». Si augura di non essere squalificato per la gara di domenica con la Roma, dice sì alla presenza della moviola in campo («Sarei d'accordo anch'io, ma bisogna trovare qualcosa di rapido. Poi bisogna vedere anche i falli a centrocampo e le ammonizioni, bisognerebbe farlo nelle cose eclatanti») e sulla Superlega mette il divieto: «Mi sembra sbagliata, perché solo per le grandi. Il bello dello sport è quello di dare l’opportunità a chi lavora meglio». Infine si parla, ovviamente di Antonio Cassano: «Sta facendo tesoro di tutto, è arrivato il momento della vera maturazione. Ha un carattere esuberante, ci sta un'affermazione sopra le righe, ma mi sembra sulla buona strada».