Mazzarri: «Ora c’è il Napoli All’Inter penseremo dopo»

(...) Una rincorsa, quella preventivata dall'allenatore blucerchiato, che dovrà passare dall'impegno di domani (arbitrerà Tagliavento di Terni). Alla ripresa delle ostilità, avversario sarà l'incerottato Napoli di Donadoni («Squadra forte che prima della sosta avrebbe meritato di vincere contro un Milan in forma»). Mazzarri però pensa per sé: «Bellucci e Stankevicius a parte, ho l'intera rosa di abili e arruolabili. Soprattutto dietro ho la possibilità di scegliere e penso che la competizione possa essere di stimolo per chi fino a poco tempo fa era titolare inamovibile». Dopo la difesa, l’attacco: Giampaolo Pazzini ritroverà il gemello Antonio Cassano. Dopo l'ingiusta espulsione del «San Nicola», il mister toscano rincuora il suo bomber. «Pazzini è un ragazzo sensibile - conclude Mazzarri - e al suo ritorno l'ho trovato un po' giù. Gli ho detto soltanto di far vedere contro il Napoli tutto ciò che di buono ha fatto in questi mesi alla Sampdoria, con l'obbiettivo di riconquistarsi un posto in Nazionale».