Mazzarri processa la Samp e oggi tocca a Marotta

Con la Reggina Cassano partirà dalla panchina

Una Samp impalpabile, brutta, senza carattere. A Livorno la squadra di Walter Mazzarri ha subito una ricaduta dopo lo sconcertante secondo tempo contro il Milan e ieri alla ripresa degli allenamenti il tecnico toscano ha avuto il primo faccia a faccia con i giocatori, durato un'ora e tre minuti. Il primo della settimana, dicevamo, perché oggi si replicherà con l'amministratore delegato Beppe Marotta che salirà a Bogliasco per parlare al gruppo e soprattutto per cercare di capire cosa c'è che non va, mentre sarà il capitano, Sergio Volpi, a parlare alla stampa. Perché il problema non è aver perso una partita, ma è soprattutto la solita questione di testa. Quella che la Samp dimentica negli spogliatoi all'inizio di ogni gara. È successo così non solo nelle gare in cui i blucerchiati hanno collezionato zero punti ma anche in quelle in cui la formazione di Mazzarri ha portato a casa la vittoria, come contro Atalanta, Parma, Empoli. Tre indizi, ma ce ne sarebbero anche di più, fanno una prova. E allora, ironia della sorte, per Mazzarri quella di sabato contro il club che lo ha lanciato potrebbe già essere la partita decisiva: per risalire sull'altalena blucerchiata, spazzando ancora una volta via le critiche, oppure per aprire ufficialmente la crisi.
Del resto le parole dell'amministratore delegato Beppe Marotta alla fine della sfida del "Picchi" sono state chiare: «Questa è una squadra senza carattere».
Chi ne ha da vendere è invece Antonio Cassano che sabato con gli amaranto partirà dalla panchina e che potrebbe offrire, da qui in avanti, un'alternativa in più a Sammarco o Bellucci. L'attaccante ieri si è allenato con il resto della squadra, realizzando anche due gol. Ovviamente adesso Mazzarri e lo staff medico andranno cauti sull'impiego del giocatore, ma non è escluso che il numero novantanove di Barivecchia sabato possa anche scendere in campo per qualche minuto. E qualcosa certamente nella formazione iniziale cambierà visto che Palombo è pronto a rientrare al posto di Franceschini, mentre Bonazzoli potrebbe giocare dal primo minuto, soprattutto dopo al prova deludente di Caracciolo anche contro la formazione di Aldo Spinelli.
Intanto anche in occasione del match con la Reggina di sabato alle ore 18 i minori di 14 anni accompagnati da un genitore (o parente entro il quarto grado) potranno accedere gratuitamente allo stadio ritirando l'apposito tagliando nominativo solo ed esclusivamente presso il Sampdoria Point. Per richiedere il biglietto gratuito l'accompagnatore dovrà esibire il documento del minore e compilare un'autocertificazione attestante il grado di parentela. I suddetti tagliandi saranno rilasciati nella misura massima di un minore per ciascun adulto.