Mazzotta non molla: si ricandida alla presidenza

«Il mio lavoro non è ancora completato». Lo ha detto il presidente di Bpm, Roberto Mazzotta, secondo Radiocor, alla platea formata dagli esponenti del comitato dei soci non dipendenti dell’istituto. Mazzotta ha confermato la volontà di ricandidarsi alla presidenza della banca a patto che «ci siano le condizioni di consenso». Mazzotta ha precisato che sarebbe il primo a presentarsi dimissionario in assemblea qualora qualcuno dimostri che esiste «un’alternativa professionale oggettivamente migliore» a lui. Se, tuttavia, «questa alternativa sarà un’alternativa politica», ha concluso Mazzotta, «io sono pronto a combattere, e sono capace di farlo».