McCartney scrive «My Soul» Un inno all’ex moglie Heather

Dopo il divorzio, il poetico brano esce sul cd di Nitin Sawhney

E io ti offro 71 milioni di euro per un divorzio «confidenziale» (ovvero non devi parlarne ai media; e io ne voglio 21 ma mi lasci parlare con chi voglio... Così il cosiddetto «divorzio del secolo» ha seppellito un amore da favola sotto le battaglie legali e gli strali degli avvocati. Questo in sintesi il divorzio di Paul McCartney e Heather Mills. Un amore da prima pagina finito in una brutta rissa. Eppure a Sir Paul qualcosa nel cuore dev’essere rimasto. L’ex Beatle in questi giorni ha scritto la canzone My Soul, dedicata alla ex moglie, che uscirà in ottobre nell’album London Undersound dell’artista multimediale Nitin Sawhney, ex membro del James taylor Quartet. «Potevamo scalare ogni montagna, attraversare ogni mare, quando tutto il mondo dormiva, potevamo essere liberi», scrive in una strofa. In un’altra descrive la gioia di incontrare Heather dopo la morte della prima moglie Linda: «Sono stato svegliato da una magia, ero da solo al mondo, portami via di qui». C’è anche spazio per un po di gelosia e per un pizzico di rimprovero nella frase: «Voglio conoscere tutti i tuoi segreti», che segna forse il rimpianto di troppe incomprensioni, chiusure, una dolce accusa alla moglie di non essere stata sempre sincera sul suo passato. My Soul non ha però toni duri o rancorosi, piuttosto nostalgici nel ricordare un recente passato che se ne è andato.
«Il significato fondamentale della canzone, ciò che conta davvero, è che anziché provare rancore nei confronti di Heather, Paul è dispiaciuto per lei. Gli dispiace che lei non sia mai riuscita a dirgli la verità sul passato. Gli dispiace che la sua storia si sia consumata così in fretta e in maniera così pubblica da non lasciare loro il tempo di dirsi molte cose. Paul sa che Heather è una persona complessa che spesso viene fraintesa, ma anche che, essendo stata poco trasparente riguardo alla sua vita, non ha fatto molto per migliorare la situazione», racconta l’entourage di McCartney.
Tra poco comunque potremo ascoltare My Soul sul nuovo album di Nitin Sawhney, 44 anni, uno dei personaggi più creativi della scena inglese, passato dallo smooth jazz nelle file del James taylot Quartet ai Jazztones, dalle sperimentazioni etniche col Tihai Trio alle colonne sonore passando alle composizioni per orchestra sinfonica e ai remix di brani di Sting, Jeff Beck e dello stesso Paul.