Meda & Reggiani Il vero duo dopo Ric & Gian

IMMAGINIFICO. Marco Barzaghi (sintesi di Chievo-Torino, Controcampo, mercoledì Rete 4): «Amoruso in bello stile cerca di finire sulla bustina delle figurine Panini».
MISTICO. Giampiero Mughini: «Il Signore era molto dispiaciuto che il Catania avesse perso quella partita con l’Inter. Hanno fatto un convegno coi santi e hanno deciso di restituire il punto».
A QUALCUNO PIACE CALDO. Giampiero Mughini: «Mourinho è un genio. Io vedo a quel livello lì, Marilyn Monroe, lui e pochi altri».
SENTIMI A ME. Emiliano Mondonico: «Ma io ti ho parlato che dietro Giovinco ci vorrebbe un terzino che gli garantisse da solo di fare la fase difensiva».
IL REAL MADRID INSEGNA. Emiliano Mondonico: «Io ho quella teoria: di sera mai giocare con le maglie bianche perché sei svantaggiato».
NIENTE FUNERALI. Enzo Creti (Tg3, giovedì): «Il Milan avverte i suoi frettolosi becchini: il Diavolo non è ancora un satanasso, ma è sulla strada buona».
CHISSENEFREGA. Alessandra De Stefano (Mondiale di ciclismo, cronometro professionisti, giovedì Raitre): «Per una volta sono più alta di Quinziato, perché lui è seduto».
DISSIDENTI. Luca Marchegiani (27’ Sampdoria-Juventus, sabato Sky Sport): «Inevitabilmente ci sono le proteste di chi non è stata accordata la punizione nell’azione precedente».
SCUOLA DELL’OBBLIGO. Pantaleo Corvino (Sabato Sprint, Raidue): «Questo è un gruppo che siamo partiti tutti insieme dalla terza media».
I MIEI RAGAZZI. Gian Piero Gasperini (Guida al campionato, sabato Italia 1): «Tra il greco, Socrates, che non imparerò mai il cognome. Bocchetti, Vanden Borre, hanno fatto un’ottima partita».
BRILLO. Guido Meda (Moto Gp, domenica Italia 1): «Altro che Camomillo, oggi Pedrosa è un whiskino di quelli invecchiati e forti a sessanta gradi».
RIC&GIAN. Guido Meda: «Rossi sta copiando in maniera pantografica la traiettoria di Stoner». Loris Reggiani: «Dici di quei paroloni oggi». Meda: «Pantografo è un coso che serve per copiare le cose». Reggiani: «Poi ci sono i plantigradi». Meda: «E anche i plantari».
UN BODY GUARD AL CHECK IN. Riccardo Trevisani (11’ Roma-Atalanta, domenica Sky Sport): «Aquilani è stato fermato da un body check».
GRANDI FAMIGLIE. Bruno Gentili (Stadio Sprint, domenica Raidue): «Zarate ha quattro fratelli, tutti calciatori: cinque fratelli con lui».
GHIGLIOTTINA. Carlo Nesti (90° minuto, domenica Raidue): «Il pallone che giunge in area e quindi la testa senza esito di Bianchi».
WIMBLEDON. Giampiero Galeazzi: «È una partita che l’Inter se riuscirà a vincerla darà un primo set point al campionato».