Medaglia d’oro ai cani da soccorso «azzurri»

Labrador, Golden Retreiver, pastori tedeschi sono stati protagonisti della seconda edizione del Campionato del mondo a squadre per cani da soccorso andato in scena per quattro giorni tra la Valle Seriana (Bergamo) e Ospitaletto (Brescia). Eroi della manifestazione e nella quotidianità, 54 splendidi esemplari a quattro zampe: intelligenti, rapidi e sempre pronti a scovare un disperso sotto le macerie o tra i boschi. La squadra italiana ha vinto la medaglia d’oro per la disciplina di ricerca in pista, mentre si è piazzata seconda nella ricerca di sepolti in macerie e dispersi in superficie. Francia e Finlandia hanno invece trionfato rispettivamente per la prima e la seconda ricerca. Le squadre in gara erano 18, provenienti da 8 nazioni: Italia, Repubblica Ceca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Slovenia e Ungheria. Composte da un capitano (senza cane) e 3 unità cinofile (cane e conduttore) le equipe si sono esibite in varie tipologie di soccorso. Tutti i team hanno inoltre effettuato la prova di destrezza e obbedienza.
Grande affiatamento e un ottimo gioco di squadra tra i conduttori sono stati i fattori chiave per il superamento di ogni prova. Ieri mattina la cerimonia di premiazione, al centro sportivo Saletti di Nembro: ad aprire la giornata le dimostrazioni del gruppo cinofilo dell’Esercito e della Guardia di Finanza, a chiuderla le premiazioni dei vincitori sotto le note degli inni alpini.