Media. 106 giornalisti uccisi nel 2011

I Paesi più a rischio sono il Messico e il Pakistan. Due terzi dei reporter sono stati ammazzati intenzionalmente

Almeno 106 giornalisti sono stati uccisi nel 2011. Cercare le notizie può essere molto pericoloso, specialmente in Paesi a rischio, come Pakistan e Messico. In Messico sono stati ammazzati 12 giornalisti, 11 in Pakistan, sempre nello stesso periodo di tempo. I dati arrivano dalla Press Emblem Campaign, Ong con sede a Ginevra. E la Press Emblem Campaign sottolinea che i due terzi dei reporter morti sul lavoro sono stati ammazzati intenzionalmente e solo un terzo è morto in circostanze accidentali, durante manifestazioni, combattimenti, attacchi kamikaze o esplosioni di mine. Venti giornalisti sono morti nei Paesi della Primavera araba e ben sette hanno perso la vita in Libia, nel corso della guerra civile che si è protratta per mesi.