Mediaset, Marco Giordani ad di Rti

da Milano

Mediaset rimescola le carte e vara un nuovo assetto organizzativo per le sue reti televisive dopo la decisione di aumentare le deleghe di Pier Silvio Berlusconi per lo sviluppo di nuovi business.
In quest’ottica rientra la nomina di Marco Giordani, che resta direttore finanziario di Mediaset, al ruolo di amministratore delegato di Rti, ossia la società a cui fanno capo le reti televisive, poltrona prima occupata dallo stesso Pier Silvio Berlusconi. In realtà la riorganizzazione è molto più complessa. Il presidente Fedele Confalonieri, il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi e l’amministratore delegato Giuliano Adreani hanno infatti costituito tre nuove direzioni al servizio di tutte le società del gruppo: direzione centrale «personale e organizzazione», affidata a Niccolò Querci; direzione «amministrazione» e «controllo partecipate estere» affidata ad Andrea Goretti, direzione «Comunicazione e Immagine» affidata a Paolo Calvani. Gina Nieri è stata invece nominata vicepresidente di Rti e manterrà la responsabilità della divisione «affari istituzionali, legali e analisi strategiche» di Mediaset. Mentre Mauro Crippa è diventato direttore generale «Informazione» di Rti.
Sono confermate le direzioni generali «operazioni» affidata a Franco Ricci e «contenuti» ad Alessandro Salem. I direttori generali risponderanno direttamente alla presidenza di Rti, ossia a Pier Silvio Berlusconi. Il riassetto varato da Mediaset ha coinvolto anche alcuni manager del settore televisivo. Giancarlo Scheri, direttore di Rete 4 dal 2000, in Mediaset da 16 anni, è stato nominato direttore della Fiction. Mentre alla direzione di Rete 4, alle dipendenze di Alessandro Salem, è stato nominato Giuseppe Feyles che lascia la corresponsabilità delle produzioni di intrattenimento dell’area Roma. Guido Barbieri, direttore fiction dal 2002, assume invece l’incarico di direttore diritti alle dipendenze del nuovo amministratore delegato di Rti, Marco Giordani.