«Dopo Mediaset mi metto in proprio»

da Roma

Né Rai né Mediaset: Paolo Bonolis, in un'intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola oggi, annuncia che dall'anno prossimo, quando il suo contratto con Mediaset sarà scaduto, lavorerà a progetto. «Il mio contratto con Mediaset scadrà nel 2008. Che succederà dopo? Lavorerò a progetto senza legarmi in esclusiva a nessuna azienda. Certo, così rinuncio alla garanzia economica, ma avendo un idea, ho la possibilità di attuarla su più territori».
Il conduttore spiega poi di non essersi «pentito di aver firmato» il contratto con Mediaset con la quale «i rapporti sono molto cortesi». «È vero - aggiunge - c'era chi in azienda non credeva al mio programma Il senso della vita. Ma so che Massimo Donelli, il direttore di Canale 5, e Alessandro Salem lo apprezzano molto». Bonolis dice di essere «molto fiero della trasmissione che raggiunge numeri altissimi e che diverse volte ha avuto più pubblico di Porta a porta. Eppure non se ne parla mai. Ho la sensazione che ci sia una volontà di considerare le cose con attenzione solo quando vanno male. Vorrei capire chi si adopera in questo senso. Come se desse fastidio a qualcuno».
Bonolis parla anche della recente esperienza cinematografica: «Positiva - dice - ma non penso di ripeterla a breve. Non è il mio campo. Se canti una canzone ci sta, se fai un disco sono autorizzati a tirartelo dietro».