Mediaset, ricavi pubblicitari in crescita

da Milano

Utile netto in crescita per Mediaset nei primi nove mesi del 2005: 464,6 milioni rispetto ai 412,1 milioni dell’anno precedente (più 12,7%). Ma obiettivi di crescita della pubblicità a fine anno inferiori alle attese.
Il consiglio di amministrazione, presieduto da Fedele Confalonieri, ha approvato ieri la relazione trimestrale al 30 settembre 2005 secondo i nuovi standard contabili europei.
I risultati conseguiti dal gruppo, guidato da Giuliano Adreani, nei primi nove mesi riflettono il buon andamento della stagione televisiva nelle due aree geografiche di attività (Italia e Spagna) sia sotto il profilo dell'andamento della raccolta pubblicitaria sia per i risultati d'ascolto.
In Italia, i ricavi pubblicitari televisivi di Publitalia '80 sulle tre reti hanno raggiunto i 2.086,2 milioni con una crescita di 73,8 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (più 3,7%). Ottimi anche i risultati di ascolto. Nelle 24 ore (gennaio-settembre 2005) le reti Mediaset confermano la propria leadership con uno share del 42,6%.
Sul fronte del digitale terrestre in modalità pay per view si segnala che nel corso del terzo trimestre sono state distribuite ai punti vendita oltre 1,2 milioni di nuove carte prepagate ricaricabili Mediaset Premium e circa 700mila ricariche, per un controvalore complessivo di oltre 49 milioni.
In Spagna anche il gruppo Telecinco ha ottenuto nei primi nove mesi del 2005 ottimi risultati. La raccolta pubblicitaria della concessionaria Publiespana ha raggiunto i 640,8 milioni con una crescita del 21,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Nei primi nove mesi del 2005 Telecinco si conferma la televisione spagnola più vista. Ieri il titolo Mediaset ha chiuso in flessione a 9,19 euro (meno 0,51%).