Mediaset, ricavi stabili Corre la pay tv "Premium"

Utile a quota 68,4 milioni. Pubblicità, ripresa a giugno In crescita i risultati della concessionaria spagnola

Ricavi stabili a 1.112,1 milioni e utile netto a quota 68,4 contro i 92,9 milioni di un anno fa: Mediaset chiude così un primo trimestre che ancora risente del «difficile contesto economico internazionale - commenta la nota della società - caratterizzato da una ripresa ancora debole e incerta».
Il gruppo ha comunque consolidato le proprie quote di mercato pubblicitario, segnato la migliore performance di raccolta rispetto ai concorrenti e mantenuto la leadership d’ascolto sui target commerciali di riferimento.
In particolare, Canale 5 si conferma la rete italiana più vista nel target commerciale sia in prima serata (19,9%) sia nelle 24 ore (19,3%), sottolinea il gruppo. Continua inoltre il successo della pay tv Mediaset Premium, i cui ricavi hanno registrato un significativo incremento, passando da 131,8 milioni del primo trimestre 2010 agli attuali 157,6 milioni. L’indebitamento del gruppo è sceso a 1.423 milioni contro i 1.590,2 al 31 dicembre 2010.
In crescita anche i ricavi del gruppo Mediaset España, che hanno raggiunto i 266,1 milioni contro i 212 di un anno fa. I risultati includono il consolidamento integrale delle attività televisive in chiaro di Cuatro, acquisite alla fine dell’esercizio 2010.
Le stime sulla raccolta pubblicitaria sono state illustrate alla comunità finanziaria da Paolo Colombo, direttore generale di Publitalia, la concessionaria controllata da Mediaset: «Maggio dovrebbe essere ancora negativo - ha detto - mentre a giugno si dovrebbe vedere un recupero anche grazie a un confronto più agevole con lo scorso anno».
Il manager ha poi espresso ottimismo circa una ripresa del mercato pubblicitario nel secondo semestre dell’anno per i canali gratuiti, da una parte per un favorevole confronto con il 2010 e in secondo luogo per un’attesa ripresa degli investimenti da parte delle multinazionali che sono state «più conservative» rispetto a inizio anno: «Pensiamo che si possa ripetere quanto avvenuto nel 2009 - ha detto Colombo - quando nell’ultimo trimestre il trend è cambiato con un incremento in doppia cifra».
Ed è in arrivo anche un nuovo canale gratuito per il digitale terreste: «Lo lanceremo in estate e sarà dedicato a un pubblico maschile giovane», ha detto agli analisti il direttore finanziario di Mediaset, Marco Giordani.