Mediaset, rinviato il processo

Preso atto degli impegni istituzionali del presidente del Consiglio, i giudici hanno rinviato il processo. Le udienze si svolgeranno ogni lunedì e, se necessario, anche al sabato. Ghedini: "Nessuna volontà dilatoria"

Milano - I giudici della prima sezione del tribunale di Milano hanno accolto il legittimo impedimento motivato da impegni istituzionali presentato dai legali di Silvio Berlusconi e hanno aggiornato il processo, in cui il premier è imputato per frode fiscale, al 18 gennaio. Data in cui, secondo quanto riferito oggi in aula dagli avvocati del presidente del Consiglio, Berlusconi potrà essere presente. "Ritenuto inutile fissare le singole udienze e richiedere poi, di volta in volta, la prova specifica dei singoli impedimenti - ha detto il presidente del collegio, Edoardo D’Avossa, dopo una breve camera di consiglio - e tenuto conto della disponibilità riferita dai difensori dell’imputato, il tribunale accoglie la deduzione di legittimo impedimento e fissa la data della prossima udienza al 18 gennaio". D’Avossa ha poi preannunciato che le udienze si svolgeranno, da lì in avanti, ogni lunedì e, qualora fosse necessario, anche al sabato.

Ghedini: nessuna volontà dilatoria Se il 18 gennaio saranno svolte in aula attività istruttorie rilevanti "il presidente ci sarà". Lo ha detto Niccolò Ghedini, uno dei legali del premier, dopo la ripresa del processo per le presunte irregolarità nella compravendita di diritti televisivi da parte di Mediaset, che era stato sospeso per il Lodo Alfano. Ghedini ha spiegato che "non vi è alcuna volontà dilatoria nel processo", tanto che oggi, poiché si svolgeva solo attività organizzativa, la difesa ha rinunciato al legittimo impedimento. "Il Tribunale - ha sottolineato Ghedini - ha ritenuto corretta l’indicazione fornita sulle date in cui il presidente del Consiglio è disponibile a presentarsi".

Confalonieri Il 30 novembre prossimo il processo sui diritti tv di Mediaset celebrerà un’udienza per riunire la posizione di Fedele Confalonieri, che era imputato in uno stralcio al troncone principale. Fra il 30 novembre il 14 dicembre saranno sentiti alcuni testi per mettere alla pari nella stessa fare il procedimento Confalonieri con gli altri con cui è imputato Berlusconi.