Mediaset valuta lo sbarco in Germania

Anche Goldman Sachs e Apax interessati all’acquisto di «Pro7», stimata 5 miliardi

da Milano

Si deciderà oggi il ruolo di Mediaset nella partita tedesca per le televisioni di ProSiebenSat1 (Pro7). Il consiglio di amministrazione del Biscione, convocato nel primo pomeriggio, oltre alla trimestrale valuterà se presentare o meno un’offerta non vincolante sul primo gruppo televisivo commerciale della Germania.
La scadenza per far pervenire le offerte sulla società di Unterfoehring, vicino Monaco è stata fissata per oggi a mezzanotte. I quattro canali tivù di Pro7, acquistati da un gruppo di investitori guidati dal miliardario americano Haim Saban nel 2003 sulla scia del crac del gruppo Kirch, fanno gola anche ad altri gruppi. Si parla in particolare di un interesse del consorzio creato dai fondi Kkr e Permira, di una pattuglia che unisce Apax e Goldman Sachs e, infine, dei fondi Cvc. Tutti soggetti che secondo alcune ricostruzioni avevano iniziato a sondare le intenzioni di Saban sin da inizio anno, quando l'autorità Antitrust tedesca aveva bloccato la cessione della quota all'editore Axel Springer, anche se le trattative erano già incagliate per divergenze di prezzo. Il Biscione, invece, aveva già tentato la via tedesca nel 2002, al momento dell'insolvenza dell'alleato storico Kirch, finendo però col trovarsi ostacolato dal governo di Gerhard Schröder. La presenza di Mediaset nella partita resta comunque tutta da definire, visto che si tratterebbe di un'operazione molto impegnativa da un punto di vista finanziario: si parla di 5 miliardi di euro. Questo perchè la quota di Pro7 messa in vendita dalla cordata di Saban riguarda un pacchetto dell'88% di azioni ordinarie e di una quota del 13% di titoli privilegiati e senza diritto di voto. Sul mercato sono quotate solo le privilegiate, ma con il passaggio di mano del controllo scatterebbe l'obbligo di un'offerta pubblica spingendo fino ai 5 miliardi il costo dell'operazione. Alcune banche, compresa Unicredit, sarebbero comunque già al lavoro sul dossier.
Secondo le indiscrezioni circolate, dei tre pool di fondi attesi, Cvc non avrebbe ancora deciso se essere della partita. Mentre i due consorzi formati da Kkr e Permira e da Apax con Goldman potrebbero unirsi all'ultimo vanificando l'attesa di Saban di arrivare a un'asta per la società. Se non arrivassero le offerte sperate non è escluso che gli azionisti di ProSieben capitanati da Saban si sfaldino, rinunciando alla vendita unitaria del pacchetto azionario, anche grazie al fatto che verrebbe meno una clausola che li vincola in tal senso. In Borsa il titolo Mediaset ha ieri ceduto perso lo 0,3%.