Mediaset verso alleanze per Endemol

da Milano

Occhi puntati su Mediaset, dopo che il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi ha dichiarato al quotidiano olandese Het Financieele Dagblad che il gruppo guarda alla società di produzioni televisive Endemol, attualmente controllata dalla spagnola Telefonica, ed è pronto ad affiancarsi al co-fondatore, John De Mol, per una possibile offerta. Il vicepresidente ha anche aggiunto che Endemol non è l’unica opzione, «anche se devo ammettere che in Olanda non trovo altri nomi». E nel pomeriggio, si è appreso che Rti, la concessionaria delle reti Mediaset, si è aggiudicata all’asta la prima tranche della «library» di Cecchi Gori: i diritti di trasmissione fino al 2011 di 138 film su tv in chiaro, pay tv e pay per view sarebbero stati pagati 5,93 milioni, ma non ci sono conferme ufficiali da parte della società. Il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, ha confermato invece l’interesse per Endemol: «Aspettiamo di vedere cosa decide il consiglio di amministrazione di Telefonica, ma per il momento non c'è nulla di più». Quanto ai diritti tv del calcio, «siamo per la libertà di piattaforma»: per Mediaset «è indifferente» che siano venduti in modo centralizzato o meno, purché siano fatti salvi i contratti già stipulati con le squadre.
Il mercato ha accolto positivamente le notizie e il titolo Mediaset, reduce da una settimana difficile sulla scia dei risultati 2006, ha chiuso in rialzo dello 0,20 per cento.