Medici ll team di Bartolini alla riconquista dell’ordine

La più anziana ha 80 anni. È la decana del consiglio dell'ordine dei medici Maria Clemens Barberis. Il più giovane ha 28 anni, Andrea Chiama, è specializzando in attesa di occupazione a tempo indeterminato. Su 15 candidati al consiglio direttivo provinciale 5 sono donne. Più una inserita nella commissione degli odontoiatri.
Ieri mattina il past president dell'ordine dei medici genovesi, Enrico Bartolini, presidente dell'Istituto Salus, ha presentato la sua lista che dovrà competere con quella annunciata la scorsa settimana, non senza polemiche, dal collega Giovanni Regesta. Dopo tre legislature, questa è la prima volta che i camici bianchi presentano due liste. Nel 2000 era stato eletto il battagliero Sergio Castellaneta, metà medico, metà politico. Dopo le sue dimissioni, nel 2005, gli subentrò Bartiolini che ora si ripropone per altri tre anni alla carica di numero uno dei medici provinciali. Gli 8350 camici bianchi, di cui 1315 odontoiatri, saranno chiamati alle urne nella sede dell'ordine sabato 29, domenica 30 e lunedì primo dicembre dalle 9,30 alle 19,30.
«Sono contento che dopo tanti anni - replica Bartolini alle recenti polemiche di Regesta - non ci sia più una lista bulgara, come qualcuno accusava. Ringrazio anzi il collega che è stato in grado di realizzare una lista alternativa. Sono stato accusato, insieme al consiglio direttivo, di scarsa incisività. Riteniamo invece di avere compiuto un buon lavoro negli ultimi anni negli interessi sia dei medici, sia dei cittadini, soprattutto in piena collaborazione con la Regione Liguria. Alle polemiche di Regesta non voglio ribattere, quindi, con altre polemiche».
«La nostra lista - spiega il vice presidente uscente Alberto Ferrando, pediatra nel levante genovese - non è soltanto omogenea per età e sesso dei candidati, ma soprattutto per le specializzazioni e i vari settori della sanità che vengono rappresentati, dal preside universitario al medico di base».
La nuova lista ha un programma ben nutrito. Tra i punti salienti spiccano quelli dedicati alla forte attenzione alla formazione pre laurea, al proseguimento del progetto che ha istituito la federazione regionale con i 4 presidenti provinciali dei medici, alla programmazione regionale degli specializzandi, considerato che nei prossimi anni aumenterà la domanda di camici bianchi, all'azione nei confronti dell'abusivismo e prestanomismo, a realizzare una forte alleanza tra medici universitari, medici ospedalieri, medici del territorio e medici dei servizi.
Oltre a quelli citati, gli altri candidati della lista Bartolini sono Giuseppina Boidi, Luigi Carlo Bottaro, Alberto De Micheli, Francesco De Stefano, Riccardo Ghio, Gemma Migliaro, Luca Nanni, Federico Minacci, Gian Luigi Ravetti, Maria Proscovia Salusciev, tesoriere uscente, Andrea Stimamiglio, Giancarlo Torre. Revisori dei conti Aldo Cagnazzo, Lucio Marinelli, Mario Pallavicino, supplente Andrea Chiama. Odontoiatri Elio Annibaldi, Maria Susie Cella, Massimo Gaggero, Giorgio Inglese Ganora, Paolo Mantovani.