Medicina, Dermal Institute batte la crisi con 20 milioni di ricavi

Quest'anno il gruppo conta di crescere di un altro 150% e pianifica di aprire nuove sedi all'estero

Il gruppo Dermal Institute Usa 1956, attivo nel settore degli apparati elettronici per l'estetica e la medicina estetica, ha chiuso il 2009 con oltre 20 milioni di fatturato confermando così una crescita del 300% nel corso degli ultimi due anni. Alla fine dell'esercizio in corso Dermal Institute stima di espandersi di un ulteriore 150 per cento.
Il gruppo conta poi di aprire altre sedi estere che si aggiungeranno alle sei attualmente esistenti e si propone di stringere alcune partnership.
Dermal Institute Usa 1956, che segue l'intera filiera dei servizi a valore aggiunto per i trattamenti estetici e medico-estetici, è guidato dall'amministratore delegato Federico Montanari e può contare su due squadre: una ingegneristica, che progetta le apparecchiature, e una scientifica, formata da un'équipe di medici e dermatologi.