La medicina sportiva e i guai del tennista. A rischio gomito, polso e spalla

Sabato 9 ottobre, al Tennis Club Parioli, un congresso dedicato alle moderne tecniche per affrontare i problemi legati a questa disciplina, organizzato dal Gruppo regionale artroscopisti Lazio ( REG.A.L.)

Bello sport il tennis, quello adatto a tutte le età per antonomasia.
Ma questa disciplina tanto diffusa nella popolazione è condizionata a gesti particolari, sempre gli stessi, che interessano solo un braccio e sono legati all'uso della racchetta.
Ecco perchè può determinare alterazioni da traumi ripetuti, soprattutto a carico della spalla e dell'arto superiore, con sintomatologia cronica e a volte invalidante.
La medicina dello sport lancia l'allarme e fa una ricognizione delle più moderne tecniche per affrontare questo tipo di problemi. In particolare, le tecniche chirurgiche artroscopiche, supportate da una tecnologia sempre più avanzata, che prevede tempi di recupero rapidi con evidenti vantaggi per il paziente e per tutta la comunità.
Di tutto questo si parlerà sabato 9 ottobre al Tennis Club Parioli di Roma, nell'incontro promosso dal Gruppo REG.A.L. (Gruppo Regionale Artroscopisti del Lazio ), dedicato proprio ad argomenti di Medicina dello Sport riferiti al tennis.
Il Congresso ospita relatori provenienti da esperienze diverse, sia universitarie che ospedaliere, che presenteranno proprio le più moderne tecniche per risolvere i mali legati alla pratica di questo sport, che interessano particolarmente gomito, polso e spalla.
«Si tratta - spiega il presidente del Gruppo REG.A.L., Mario Morbidi- di uno dei cosiddetti "Incontri del Mattino", che la nostra associazione organizza periodicamente. In quest'occasione i diversi specialisti illustreranno il modo migliore per curare problemi molto frequenti nei giocatori di tennis, dall'epicondilite al gomito instabile, dal cosiddetto polso del tennista alle lesioni over-head che interessano la spalla. Per quest'ultima, si parlerà delle novità nella chirurgia anche protesica e dei nuovi biomateriali».
Nella mattinata su «Sport Medicine: il tennis» ci sarà anche un incontro con personalità del tennis italiano: il vicepresidente vicario della Federazione Italiana Tennis Emanuele Scarfiotti e l'excampione del mondo Nicola Pietrangeli.
I relatori saranno H.R. Bloch, A. Campi, V.Candela, A.Castagnaro, F. Cerza, C. D'Arrigo, A.Ferretti, F.Franceschi, G.Giannicola, C.Gigli, A.Grasso, S. Gumina, A.Masini, F.Melaragni, F. Postacchini, A. Vitullo.
Le sezioni congressuali saranno tre, dedicate la prima a «Gomito e polso», la seconda a «Spalla: lesioni over head» e la terza a «Novità nella chirurgia della spalla».
Modereranno: F. Allegra, L.Ciolli, V. De Cupis, A. Del Cogliano, E. Delianni, D. Perugia, V.Sessa, T. Tucciarone.