Medico di Como condannato a cinque anni

da Como

Cinque anni di reclusione. Questa la sentenza emessa, al termine di una breve camera di consiglio, dal giudice monocratico di Como, Paola Braggion, nei confronti del prof. Angelo Rumi, l'ex primario del Chirurgia A del Sant'Anna. È stato riconosciuto colpevole di sette omicidi colposi per la morte di altrettanti pazienti da lui sottoposti ad intervento chirurgico. Il pm Massimo Astori aveva chiesto sei anni e sette mesi. Rumi è stato condannato a risarcire, in via provvisionale, 420mila euro a favore delle parti civili che chiedono risarcimenti complessivi per un milione e 200mila euro. Riconosciuta anche la responsabilità civile dell'ospedale Sant'Anna di Como. La sentenza è stata letta dal giudice monocratico dopo una camera di consiglio durata pochi minuti. La condanna di oggi si aggiunge a quella definitiva ad un anno per la morte di una paziente all'ospedale di Pavia. La condanna a cinque anni e quattro mesi, è arrivata dopo soli venti minuti di attesa dal momento in cui il giudice si è ritirato in camera di consiglio.