Il medico fa la formazione: Veloso no, Kharja e Rudolf sì

Come successo nella passata settimana sarà il medico sociale, più che il tecnico Gasperini, a decidere i convocati per il posticipo domenicale del Renzo Barbera contro i rosanero del Palermo. Se Omar Milanetto, ancora una volta splendido contro l'Inter in cabina di regia, è stato fermato dal giudice sportivo, sono almeno tre gli elementi che tifosi e società sperano di poter vedere all'opera contro la compagine di Delio Rossi. Si tratta dei centrocampisti Miguel Veloso e Kharja e dell'esterno d'attacco Rudolf. Il portoghese così come Jankovic ha svolto le partitelle sul campo in sintetico con alcuni compagni, ma il suo recupero è molto difficile. Si deciderà giorno dopo giorno. Per il centrocampista marocchino seduta in palestra di fisioterapia in compagnia di Palacio e Palladino, ma il suo impiego per domenica sera appare più probabile. Dovrebbe invece esserci Rudolf che pur avendo svolto lavoro differenziato ha ormai superato i problemi fisici.
Assente pure il portiere Eduardo, a causa di un permesso per un problema familiare. Nulla di strano dunque, dopo la papera di venerdì sera. Clima comunque sereno dopo l'ottima prestazione offerta contro l'Inter.
Diverso invece il discorso in casa Palermo. In crisi in campionato, giovedì sera Pastore e compagni saranno impegnati nel match di Europa League contro il Cska Mosca, ma l'ambiente è ancora scosso per le dimissioni del direttore sportivo Walter Sabatini in aperto contrasto con il focoso presidente Zamparini. Anche il tecnico Rossi rischia l'esonero se tra Europa e campionato la squadra non dovesse ottenere punti e fornire prestazioni importanti. Pericolo scampato per il difensore Cesare Bovo, che una telecamera aveva scoperto bestemmiare verso un guardalinee nella partita contro la Lazio. Il giudice sportivo non ha sanzionato l'ex difensore rossoblù.