Medico a giudizio per abuso d’ufficio

Chiuse le indagini a carico del primario del Macedonio Melloni, accusato di abuso d’ufficio per aver autorizzato l’Esselunga a vendere alcuni prodotti biologici con il marchio dell’ospedale, senza che la direzione sanitaria ne fosse a conoscenza. Il primario, che aveva analizzato gli omogeneizzati della linea «Bio» della catena di supermercati giudicandoli ottimi per l’infanzia, aveva ricevuto tra il 2001 e il 2005 un compenso di 108mila euro dall’Esselunga per la sua consulenza. Soldi che all’avvio delle indagini il primario ha messo ha disposizione della Procura e che in parte sono stati sequestrati dai suoi conti bancari dai Nas dei carabinieri.