Medico indiano presto libero: mancano prove

Potrebbe essere rilasciato per mancanza di prove il medico indiano presunto complice dei falliti attentati di Londra e Glasgow. Mohamed Hanef, 27 anni, era stato arrestato ai primi di luglio all’aeroporto di Brisbane, in Australia, prima che prendesse un aereo per l’India. Ma dopo 11 giorni di fermo senza che alcuna prova certa fosse trovata, l’uomo potrebbe essere rilasciato. Hanef è cugino di Kafeel Ahmed, uno dei due attentatori schiantatisi con una jeep contro lo scalo di Glasgow. Hanef è anche l’ultimo dei dottori indiani interrogati a Canberra per i mancati attacchi nel Regno Unito.