Mediobanca, l’1% di Sintonia vale 50 milioni

da Milano

Ha comportato un
esborso di 50,1 milioni l’acquisto da parte di Mediobanca dell’1% di Sintonia - la holding lussemburghese della famiglia Benetton per gli investimenti nelle infrastrutture - concluso a inizio gennaio. È quanto riportato nella relazione ai risultati del primo semestre di Piazzetta Cuccia da cui si apprende che il portafoglio di titoli azionari disponibili per la vendita è di 2,499 miliardi. Il portafoglio ha subito un adeguamento al «fair value» che è stato negativo per 342,8 milioni. Confermate, rispetto al giugno 2007, le partecipazioni in Fiat (1,94%) e Italmobiliare (9,5%). Arrotondata inoltre al 4,61%, dal 4,45% indicato nella relazione al bilancio 2006-07, la quota detenuta in Pirelli dopo avere rilevato titoli sindacati Unicredit-Capitalia. Il portafoglio di titoli azionari è sceso dai precedenti 3,33 miliardi a 2,499 miliardi: i movimenti includono investimenti per 458,3 milioni (tra cui le operazioni di aumenti di capitale Gemina per 156,5 milioni e Santè per 80,6 milioni, oltre al rilievo di un pacchetto di azioni Pirelli per 6,7 milioni) e cessioni per 1,0082 miliardi.