Mediobanca scende in Ratti

Dopo quasi 10 anni, Mediobanca ha ridotto la propria quota in Ratti, «storica» partecipazione non strategica. Piazzetta Cuccia è infatti presente nel capitale dell’industria tessile comasca fin dal 1989, anno della quotazione. Lo scorso 24 agosto, secondo quanto comunicato ieri dalla Consob, l’istituto milanese è sceso nel capitale di Ratti al 5,788% dalla precedente quota del 9,17% che risale al 27 marzo 1996. L’operazione rappresenta di fatto il primo passo verso lo smobilizzo di partecipazioni che non rientrano tra quelle strategiche.