Mediobanca, soci in movimento

da Milano

Nuovi aggiustamenti tra i principali azionisti di Piazzetta Cuccia. Vincent Bolloré, azionista e membro del consiglio di sorveglianza di Mediobanca, ha infatti acquistato sul mercato lo scorso 17 dicembre lo 0,25% circa del capitale dell’istituto per un controvalore di 32,1 milioni di euro circa. L’acquisto è relativo a 2.029.677 azioni al prezzo di 15,85 euro.
La quota e il prezzo corrispondono a quanto la Financière du Perguet di Bolloré doveva acquisire nell’ambito della cessione del 7,37% messo in vendita da Unicredit. Tale partecipazione, che la banca guidata da Alessandro Profumo è stata costretta a cedere per ragioni di antitrust in seguito alla fusione con Capitalia, è stata distribuita per l’1% ai soci francesi di Mediobanca. In particolare 2.029.677 azioni sono state assegnate a Bolloré.
Gilberto Benetton ha invece acquistato ieri sul mercato 140mila azioni Mediobanca, pari allo 0,017% del capitale, arrotondando così la propria partecipazione nell’istituto. L’operazione, attraverso Regia Srl, è avvenuto a 14,1705 euro per un controvalore di 1,98 milioni circa. Ieri le azioni Mediobanca hanno chiuso a 14,13 euro. Tra i nuovi partecipanti ammessi lo scorso 14 dicembre al patto di sindacato di Piazzetta Cuccia, in seguito alla cessione del 7,37% da parte del gruppo Unicredit, c’è la Ragione dei Benetton con 17.738.123 azioni, pari al 2,17% del capitale.