Il medioevo danza nel Castello di Nervi

Una sensazione indescrivibile. Affacciarsi alle finestrelle sul mare del Castello di Nervi lascia davvero il segno: vere e proprie briciole di Liguria disseminate nel cielo, una vista imprendibile che abbraccia un lunghissimo tratto della nostra costa e che crea una cornice mozzafiato. È qui che il Municipio IX Levante promuove una svolta culturale, al castelluccio rosa, un vero gioiello che si trova sulla Passeggiata Anita Garibaldi, a ridosso di quel borgo marinaro variopinto, con il suo porticciolo e i gabbiani che si dondolano sulle onde. La stanza è minuscola, ma accogliente: sede, a partire da giovedì prossimo, di appuntamenti con l'attualità, l'arte, la letteratura, la storia. «Incontriamoci al Castello di Nervi», tutti i giovedì, dalle 15, fino a giugno; poi una breve sosta estiva con incontri serali più «freschi»; per riprendere infine a settembre, nei pomeriggi autunnali. Intanto, dal 2004, anno della ristrutturazione, il castello ospita mostre e incontri di vario genere, grazie appunto al Municipio Levante presieduto da Francescantonio Carleo e all'Assessore alla Cultura Claudia Rovani, al Comitato di Rappresentanza del Castello, coordinato dal consigliere Maurizio Moretti, e allo forzo congiunto di più associazioni, tra cui l'ANCR, ANPI, il «Castello Rosa» e l'Università Popolare. Primo incontro allora giovedì 25 (h15.30) con una conferenza di Donatella Toniutti sulla danza, musica e pittura introdotta nei castelli medievali, seguita da un percorso nelle sale della torre - in cui verrà allestita un'esposizione di armi e armature medievali - a cura di Corrado Clementi.