Mediolanum, un 2005 positivo

L’ad Doris prevede utili oltre i 160 milioni e un consistente aumento del dividendo

da Milano

Archiviato il primo semestre con un utile netto in crescita del 29% a 115 milioni, Mediolanum si prepara a una chiusura d’esercizio superiore a quella dell’anno passato. «Le prospettive per fine anno sono nettamente positive - annuncia l’ad Ennio Doris - e ci consentiranno una generosa politica di dividendo». Entrando nel dettaglio, Doris ha ricordato che «nel 2004 abbiamo fatto 141 milioni di utili che salgono a 160 circa tenendo conto degli Ias. Pensiamo di andare meglio dell’anno scorso, quindi dai 160 in su. La nostra politica di dividendi è di distribuire almeno il 50% degli utili, l’anno scorso abbiamo dato il 70%, penso che quest’anno faremo altrettanto», ha aggiunto.
Tornando ai dati del semestre, le masse amministrate sono aumentate del 12% a 28.147 milioni. L’«embedded value» - il flusso di utili che verrà prodotto dalle polizze vita in portafoglio fino alla loro scadenza - ha registrato una crescita del 19% a 2.574 milioni. Il mercato domestico ha registrato un utile netto di 117 milioni in crescita del 27% su base annua, mentre quello estero ha visto un risultato economico negativo per 2,4 milioni.
La raccolta lorda è stata di 2,164 miliardi (più 12%), mentre i premi lordi vita sono ammontati a 1,271 miliardi (più 11%).
Il break-even per le attività estere (Spagna e Germania) è atteso per fine 2006. Dal 2007, dunque, Mediolanum valuterà l’ingresso in altri Paesi, anche se «non abbiamo ancora scelto in quale - ha detto Doris -. La Francia è un Paese ricco, nelle nazioni dell’Est potenzialità e sviluppo sono forti».
Quel che è certo è che il numero uno di Mediolanum non intende allentare la presa sull’istituto di credito, anzi intende rendere sempre più solida la sua presenza. «Non è previsto nessun cambiamento all’interno dell’azionariato del gruppo - ha detto -. L’unico cambiamento costante è la crescita della mia partecipazione». Solido anche il patto di sindacato con Fininvest: «Mancano due anni alla scadenza ma è come se fossero venti», ha detto Doris.
In Borsa il titolo Mediolanum ha chiuso in rialzo del 2,25 per cento.