Mediolanum in evidenza

Piazza Affari ha chiuso l’ottava in linea con le altre Borse europee. Un risultato nel complesso modesto, che vede premiato l’All Stars, in crescita di mezzo punto percentuale; mentre contenute variazioni si registrano per gli indici complessivi del mercato, attestatisi però poco al disotto dei massimi del 2006. La media settimanale degli scambi è stata di 6,2 miliardi, di poco superiore al valore degli scambi di ieri, registrato in 5,8 miliardi. Prese di beneficio su Fiat (meno 1,52%), scesa sotto i 14 euro; in tre giorni è passato di mano il 17% del capitale del gruppo. Non si arresta la mobilità nelle quotazioni dei titoli bancari, per accentuati realizzi su Intesa (meno 2,5%) e S.Paolo (meno 1,8%). Cresce ancora Mediolanum (più 2,6%) e si rafforza Mediaset. Tra le popolari realizzate Bpm, in calo di oltre il 2%. Tra i tecnologici ritorna l’interesse su Tiscali (più 3,7%) al riaffiorare di rumors su un possibile interesse da parte di Time Warner. Tra i titoli minori balza Sirti, in crescita del 5,7% all’annuncio di un dividendo straordinario. Tra i titoli minori nuovo record storico per Coin, che cresce di oltre il 3%. Da lunedi ex dividendo Eni e Fastweb, il cui peso nell’indice S&P/mib è pari allo 0,4 per cento.