Il Mediterraneo riunito a Castel Sant’Elmo

Vivo successo per la Biennale degli artisti under 30

È in corso a Napoli fino al 15 ottobre la XII edizione della Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, vetrina di riferimento per la creatività giovanile under 30. A Castel Sant’Elmo sono esposte le opere di circa 700 artisti divisi in 7 aree: pittura, scultura, architettura, fumetto e grafica, fotografia cinema e video, letteratura, gastronomia, musica teatro e danza.
Il filo conduttore voluto dai coordinatori della manifestazione, Achille Bonito Oliva ed Eduardo Cicelyn, è la passione, declinata in tutte le sue accezioni. La passione individua una delle peculiarità di Napoli, luogo di eccessi e di emozioni, crocevia di umori, odori, sapori, connotazioni decise e penetranti. Città estrema, in cui ogni sentimento e attività sono stati storicamente vissuti in modo intenso e passionale. Questa Biennale coniuga culture diverse. Sullo stesso palco infatti sfilano artisti serbi e croati, macedoni e greci, rom e palestinesi e, da quest’anno, anche libici: 350 produzioni di artisti provenienti da Paesi europei e dall’area meridionale del bacino mediterraneo.
Sottolinea Achille Bonito Oliva: «La Biennale del Mediterraneo si apre per necessità a tutta l’Europa, dalla Finlandia alla Turchia, in quanto legata alla fluidità di un mare che ha trasportato non soltanto merci, ma anche beni culturali. Senza dubbio quello principale tra questi beni sembra essere la coesistenza delle differenze, il rispetto dell’altro che per passione va incontro alla diversità non per incontrare il nemico, ma per arricchire la propria vita e quella degli altri».
La XII edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo è promossa dalla Provincia di Napoli e Bjcem, con il sostegno della Regione Campania, in collaborazione con il Comune di Napoli, la Sovrintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano e con l’organizzazione di Civita, Zoneattive e Scabec - Società Campana per i Beni Culturali .
L’Associazione internazionale Bjcem - Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe e de la Méditerranée - costituita da 66 soci, che rappresentano realtà locali e nazionali di 19 Paesi dell’area mediterranea - ha selezionato gli artisti partecipanti italiani e internazionali. Le 34 produzioni degli artisti campani sono state selezionate da un qualificato gruppo di esperti delle diverse discipline presenti nella manifestazione, per conto della Provincia di Napoli.