Meglio puntare sui titoli «corti»

L’investimento obbligazionario migliore in questo momento è quello più semplice: titoli di stato e a breve scadenza, come i Bot, che ora hanno anche rendimenti discreti. Vanno bene, per diversificare anche emissioni francesi e tedesche (Bund e Oat), in euro, a breve scadenza e a tasso fisso. Anche se i rendimenti sono più allettanti, è meglio per ora stare alla larga dalle obbligazioni societarie. Per chi vuole puntare sull’apprezzamento del dollaro (assumendosi i relativi rischi) ci sono i Government bond Usa, consigliati quelli a cedola fissa e lunga scadenza.