Il meglio di Zelig e dintorni per ricostruire i teatri dell’Aquila

Prendersi un pezzo di palcoscenico per ricomporre un pezzo di Abruzzo: l’idea è venuta a quelli di Zelig. Stasera al PalaSharp (ore 21, info: 02-25501262) alcuni dei volti più noti del cabaret teatrale e televisivo milanese e nazionale faranno staffetta per far ridere il pubblico, e ad ogni risata piazzare un simbolico mattone, fisico ma anche di ottimismo. Si intitola «Un cuore per l'Abruzzo» la serata che vedrà protagonisti, tra gli altri, artisti come Aldo Giovanni e Giacomo, Ale&Franz, le «Iene» Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, Mr. Forest (conduttore simbolo della Gialappa's), Katia e Valeria, Gianni Cinelli, Claudia Penoni e Gabriele Cirilli. Tra i più entusiasti partecipanti al progetto c'è senza dubbio lui, Gabriele Cirilli - abruzzese di Sulmona - noto alle platee catodiche nazionali come protagonista della fiction Rai «Un medico in famiglia 6» e per il suo tormentone «Chi è Tatiana?!» nei panni di Kruska. «Era la settimana prima di Pasqua - spiega Cirilli -. Mi preparavo alle feste in famiglia: alle tre di notte, l'incubo. È una sensazione che non auguro a nessuno: ti senti completamente impotente: la terra si alza e si scuote come cartapesta». Lo show al PalaSharp, spiega Cirilli, finanzierà una ricostruzione simbolica e una serie di progetti giovanili: «Sarà la Cassa di Risparmio dell'Aquila a gestire direttamente gli incassi della serata - spiega il comico -. Ogni euro andrà alla ricostruzione dei tre teatri dell'Aquila, il Sant'Agostino, il San Filippo e il Comunale».