Melania, lunedì il riesame e la memoria difensiva I legali: "Parolisi parlerà"

L'unico indagato per il delitto Rea finora non ha mai risposto ai giudici, ma lunedì "dimostrerà la sua assoluta estraneità". E gli avvocati annunciano una memoria difensiva

Teramo - Dopo essersi avvalso tre volte della facoltà di non rispondere, Salvatore Parolisi sembra pronto a parlare davanti ai giudici del Tribunale del riesame, che ha fissato l'udienza il prossimo lunedì. Uno dei legali, Nicodemo Gentile, ha inoltre specificato che nell’udienza del 22 agosto sarà depositata anche una memoria difensiva. "Il nostro assistito - ha aggiunto Gentile - aspetta con trepidazione l’udienza, è molto caricato perchè non vede l’ora di dimostrare la sua assoluta estraneità". L'avvocato del caporalmaggiore - unico indagato per l'omicidio di Melania Rea avvenuto nel bosco delle Casermette nel teramano - ha poi rilevato come nelle carte dell'accusa e nell’ordinanza del Gip di Teramo vi siano "tanti dati e circostanze falsati e non veritieri. Cercheremo di ribaltare questa situazione; cercheremo di convincere i giudici che il nostro assistito è innocente e che, quindi, la custodia cautelare e non è assolutamente adeguata".