Melgrati fa collezione di assoluzioni

Ennesima assoluzione per il consigliere regionale del pdl Marco Melgrati, più volte raggiunto da avvisi di garanzia e altrettante volte uscito «pulito» dall’inchiesta o dal processo. Ieri la Corte di Appello di Genova ha disposto l'assoluzione in relazione al reato contestato all'architetto Marco Melgrati di concorso in lottizzazione abusiva con particolare riferimento alla tempistica di ogni attività relativamente al cantiere interessato (residence San Rocco di Alassio) da parte dell'architetto Melgrati quale professionista al tempo direttore dei lavori. Infatti Melgrati si era dimesso tempestivamente nel dicembre 2004 non appena venuto a conoscenza dell'intenzione dell'imprenditore Isidoro Meraviglia di aderire ad una legge dello Stato in condono edilizio, per chiedere il cambio di destinazione d'uso (senza opere) da residence alberghiero, Rta a civile abitazione per gli alloggi già esistenti, se pur con uso residence. «Avrei preferito l'assoluzione con formula piena non legata alla tempistica del presunto reato che non ho commesso», ha osservato Melgrati - Nonostante l’assoluzione, farò ricorso in cassazione per eliminare anche l’aspetto della tempistica».