Meloni, dopo il libro-insultola solidarietà è bipartisan

Il Pdl fa quadrato a difesa del ministro per le Politiche giovanili, attaccata in un libro a fumetti in cui viene chiamata "ministronza". Solidarietà dal Pd

Roma - Scoppia il putiferio per un attacco a un ministro sferrato attraverso una satira piuttosto rozza e pesante. Protagonista suo malgrado di un libro a fumetti intitolato "La ministronza" è Giorgia Meloni, responsabile del dicastero per le Politiche giovanili. Il Pdl fa quadrato a sua difesa stigmatizzando le "vignette" firmate da Alessio Spataro. La maggioranza le definisce scandalose e chiama in causa l’opposizione chiedendo una presa di distanza. Per esprimere solidarietà alla Meloni scende in campo anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti, secondo il quale la giovane esponente della maggioranza "è stata presa di mira senza alcun motivo e con grande volgarità da un libro di fumetti rozzo e greve". Il ministro per l'Ambiente Stefania Prestigiacomo parla di opera "indecente e volgarissima". Rincara la dose ViViana Beccalosii, parlamentare del Pdl: "Sono sdegnata come esponente del Popolo della Libertà, e soprattutto come donna per le porcherie contenute nel libro di tale Spataro contro il ministro Meloni e anche per l’indifferenza delle donne del centrosinistra, che si sono tanto stracciate le vesti per Rosy Bindi mentre oggi tacciono davanti a offese talmente gravi" "

Attacchi volgari e pretestuosi Le vignette, spiega il parlamentare del Pdl Claudio Barbado, "dovrebbero far arrossire di vergogna tutti quei soloni della sinistra che sono i primi a denunciare i toni violenti e incivili in cui è scaduto il dibattito culturale e politico nel nostro Paese, mentre poi continuiamo ad assistere ad attacchi così volgari e pretestuosi che provengono dalla loro area". Un’altra donna del Pdl, la vice coordinatrice delle Pari Opportunità Beatrice Lorenzin osserva che "con questo penso che abbiamo superato tutti i limiti: questa non è satira, ma solo un brutale attacco nei confronti della persona. Spero che di fronte a questa incresciosa iniziativa anche la sinistra, e le donne di sinistra, si indignino".

Indignata la Bindi "Al ministro Giorgia Meloni va la mia solidarietà di donna e di vicepresidente della Camera. La satira diverte, morde e può anche far male; ma se è satira intelligente non scade mai nel turpiloquio o nell’insulto gratuito. Ma in questo caso si tratta solo di volgare maschilismo che offende tutte le donne, senza distinzione di ruolo o appartenenza politica". Lo afferma Rosy Bindi, presidente del Pd e vicepresidente della Camera.

Anche il Pd con la Meloni In serata giungono parole di vicinanza anche dal Partito democratico che con la responsabile nazionale Pari Opportunità Vittoria Franco sottolinea l’apprezzamento alla Meloni "per la tenacia e la determinazione nelle sue battaglie" definendo "appellativi sgradevoli" quelli usati da Spataro nelle sue vignette. "Giorgia Meloni è una giovane volitiva - conclude Vittoria Franco - con una lunga esperienza in politica motivata dalla passione. Dunque è facile immaginare che proprio per queste sue caratteristiche possa diventare bersaglio di critiche. Tuttavia non credo che questo fumetto riuscirà a scomporre Giorgia Meloni, anche grazie alla giusta solidarietà che la sta circondando".