Il Memorial Messina vuol diventare il migliore tra i tornei challenger

Campi in terra rossa e siepi fiorite del Park Tennis Club di via Zara, tengono a battesimo il primo annuncio della nona edizione del torneo tennistico Challenger Atp, promosso dall'associazione Genoa Open, sponsorizzato per la terza stagione consecutiva da Aon, multinazionale leader nel settore assicurativo e riassicurativo e terzo Memorial Giorgio Messina. Il presidente del circolo ospitante, Mauro Iguera, ha ringraziato gli sponsor del torneo, e sono davvero tanti ad affiancare i principali, e, fra le novità del torneo genovese, nominalmente da 100.000 dollari (85000 euro in monte premi e 15000 per l'ospitalità gratuita offerta a tutti i giocatori) ha annunciato che il direttore del torneo, programmato dal 4 all'11 settembre, sarà Giorgio Tarantola, già arbitro internazionale Atp e di Coppa Davis, per anni direttore del challenger di Lugano, premiato nel 2004 come migliore torneo al mondo della sua categoria. «Il traguardo ambizioso che ci siamo posti è quello di far diventare l'Aon Challenger il primo fra gli oltre 150 tornei della categoria presenti nel circuito mondiale - afferma Giorgio Tarantola - un traguardo certificato dall'Atp con l'assegnazione del Best Challenger Award per centrare il quale basta ancora un piccolo passo in avanti grazie a tutto il lavoro svolto negli ultimi nove anni». La settimana del torneo, con ingresso libero fino a tutto il giovedì e con biglietto unico a 15euro valevole per le tre giornate conclusive, offre interessanti novità con altre che l'organizzazione si riserva di comunicare poco prima dell'inizio. Tra le confermate, la serata di giovedì 8 settembre con il comico genovese Ugo Dighero che si esibirà sul campo centrale dello stadio Beppe Croce dalle ore 20 per lasciare poi spazio all'incontro serale programmato dal martedì al venerdì.
Il Challenger genovese, con tabellone maschile di singolare e doppio, si giocherà sui campi in terra e con palle Head Atp nel verde del meraviglioso circolo Valletta Cambiaso Asd e dello stadio Beppe Croce. E adesso vorremmo sapere i partecipanti. Troppo presto. La data e la sede dell'incontro con il Cile (in Cile dal 16 al 18 settembre) hanno indotto a temere che il manipolo azzurro di coppa Davis incontrasse forti difficoltà a riconfermare la presenza a Genova come nel 2010. Il direttore del torneo, Giorgio Tarantola ha voluto tranquillizzare. Saranno presenti quasi tutti, insieme a qualche nome importante della classifica Atp, eliminato nella prima settimana degli Us Open.