«Mengoni mi copia mi citi tra gli autori»

Il brano di Marco Mengoni copiato da una sua canzone, ma anche accuse alla Sony di non far uscire il brano «La Sera» - non ha potuto portarla a Sanremo per l’esclusione - e di trattare gli artisti come «burattini»: è questo lo sfogo di Morgan alla web tv di Simona Ventura (www.simonaventura.tv), online da ieri alle 13. «Sono in contratto con la Sony, ma loro vorrebbero tanto non averlo - dice Morgan, intervistato a casa sua dalla Ventura -. Loro vogliono possedere gli artisti e poi non ci sanno lavorare... Loro vorrebbero i burattini». Ma non conviene alla Sony far uscire il tuo pezzo? chiede Simona Ventura. «Non lo so, se non faccio qualcosa io, non gliene frega un c...o di niente a nessuno, neanche a me», dice Morgan scherzando. E poi racconta che la canzone di Marco Mengoni «Credimi ancora» (arrivata terza a Sanremo) è «copiata» da un pezzo (soprattutto nel ritornello «forse sì, forse no, forse mai sarà») che lui aveva scritto per Mengoni per la finale di «X Factor». «Poteva chiedermelo, dai è scorretto, ora gli dice se lo firmo io, il pezzo», dice Morgan, che quanto a Sanremo spiega che i media grazie a lui «sono riusciti a lanciare un festival che non aveva argomenti».